Assemblea dell'area radicale del 12 giugno 2016

Categoria: Senato del Partito radicale

Deve essere completata la composizione del Consiglio generale e, a quel punto lì, lo stesso Consiglio generale con i membri del Consiglio generale cominceranno a costruire quello che sarà l'approdo del Congresso.

Assemblea dell'area radicale in preparazione dell'Assemblea degli iscritti al Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito del prossimo 25 e 26 giugno 2016 a Teramo.
Questa riunione è stata convocata per preparare l'Assemblea di Teramo del 25-26 Giugno
L'invito è stato inoltrato tutti iscritti e contribuenti al partito del 2016 quindi viene difficile fare anche l'appello come al solito perché, se no, incominciamo con tutti collegati, diventa un po' problematico allora a differenza dell'Assemblea di aprile, in cui cercavamo di fare il punto della situazione nella quale ci troviamo l'Assemblea di Teramo ha la funzione di vedere perso dove andiamo però a partire dalla situazione in cui ci troviamo nella situazione di in cui ci troviamo non può che essere quella di compitare è stato già parlato qualche volta.
Se è un continuare iniziale e via dicendo c'è ,di sicuro, che partiamo da un debito che si è accumulato alla fine di 10 anni di una gestione che ha visto l'introduzione per esempio del pacchetto iscrizioni, la decisione di costituire un Senato e quant'altro, io penso per esempio che dovremmo cominciare anche a ragionare a 10 anni di distanza, del fallimento dell'iscrizione al pacchetto è un fatto ormai consolidato, cioè è un dato di fatto dal quale è difficile tornare indietro visto che alcune associazioni costituenti hanno deciso legittimamente di diventare associazioni concorrenti non concorrenti col partito in quanto tale sul piano degli iscritti, ma evidentemente concorrenti su quelli che sono i principi costitutivi e statutari del del partito stesso e quindi del Senato. Fare il tagliando oggi vuol dire ripartire dal preambolo allo Statuto perché potrebbe anche essere superato lo statuto del partito potrebbe essere qualcosa che andrebbe, come dire, aggiornato o adeguato alla nuova realtà del partito o che è successo
Ho adeguato alla nuova realtà del partito o invece adeguato alle nuove necessità in cui ci muoviamo in ambito internazionale.
Io penso che abbiamo dalla nostra, la forza di due anni e mezzo per chi ha voluto coglierne l'occasione, di un approfondimento che siamo riusciti a fare è stato richiamato spesso che quelle riunioni non avevano potere deliberativo, difatti non hanno deliberato nulla, hanno impegnato solo le persone che volevano impegnarsi su di una campagna che non è una novità è scritta nella non nei termini in cui è scritta naturalmente
Visto che la mozione di cinque anni fa ma nei termini sicuramente
Di una iniziativa che non è legata a degli anni iniziativa per l'affermazione la transizione universale dello stato di diritto e dei diritti umani fondamentali è la storia, il motivo per cui si è organizzato il dato vita al Partito radicale con tutti poi quei 14 aggettivi susseguenti che hanno cercato di, in qualche modo, anche qui a partire da quando si è costituito il partito transnazionale di definire alcune specificità dell'iniziativa dell'iniziativa radicale.
Quindi da Teramo cercheremo di fornire ciascuno di noi delle proposte delle riflessioni volte necessariamente in un arco di tempo ragionevole ad arrivare ad un congresso. Io penso che i temi all'ordine del giorno siano quattro cinque non violento transnazionale transpartito non si presenta alle elezioni autofinanziamento.
Poi tutto il resto poi ci saranno gli ingegneri che ci verranno a spiegare che invece il mondo è cambiato magari diamo essere violenti in sé non nazionalisti municipalista i non transnazionali ma locali visti non autofinanziamento ma 2 per mille 5 per mille 8 per mille e via dicendo si può fare. Cioè si può fare si può andare a un congresso che decide in congresso di cambiare quella che è stata la ragione costitutiva. Non sarebbe la prima volta che accade all'interno di una organizzazione non penso che scandalizzerei ben nessuno.
Se questo avvenisse. Non possiamo però arrivare al Congresso su delle, su quelle che si chiamavano una volta tesi congressuali, che siano il contrario o la negazione dei dati fondamentali e costitutivi del partito abbiamo continuato a chiedere l'iscrizione al partito sulla base di quel preambolo lo abbiamo fatto sulla base di quella mozione.
Lo abbiamo fatto sulla base di alcuni ragionamenti che sono nient'altro che approfondimenti dei dati costitutivi del Partito Radicale, quindi non accadrà nulla di nuovo fino all'apertura del congresso che non sia quello che è sempre accaduto in vista di un congresso e cioè sicuramente un a un dibattito precongressuale che sarà lungo x mesi, non lo so, preceduto dal, del, dei Consigli generali, per fare i Consigli generali i Consiglieri generali devono essere iscritti, deve essere completata la composizione del Consiglio generale e, a quel punto lì, lo stesso Consiglio generale con i membri del Consiglio generale cominceranno a costruire quello che sarà l'approdo del Congresso.
E naturalmente la tentazione sarà sempre quella che c'è stata sempre cioè di non occuparsi del dato dell'autofinanziamento, di soprassedere su quelli che sono i debiti ripeto nei confronti di persone. Abbiamo dei debiti nei confronti di persone e le persone che hanno lavorato le persone che hanno collaborato i professionisti che hanno prestato la loro opera e questo è un Bilancio di dieci anni 10 anni in cui potrebbe essere una critica e non la posso fare come autocritica verso me stesso per il verso l'Amministrazione che abbiamo avuto in questi dieci anni perché l'ho fatto con convinzione e cioè in questi dieci anni l'unica critica che può essere fatta alla gestione diciamo amministrativa del partito e quella di aver sacrificato gli interessi propri del partito avendo ritenuto che la vita Dei soggetti costituenti fosse ragione costitutiva del partito stesso. Quindi da questo partiamo e abbiamo oggi il dodici abbiamo tredici giorni per continuare a riflettere sapendo appunto che si tratta di un'Assemblea e quindi non ci saranno volti ci possono essere naturalmente auspici non d'assemblea ma a titolo personale da parte di ciascun iscritto e che intorno a quello che verrà fuori dall'assemblea, dal dibattito dell'assemblea, degli orientamenti maggioritari del dibattito all'Assemblea sì stabilirà un po' come procedere sapendo che qui andiamo, si va avanti di giorno in giorno è un millimetro al giorno quello da conquistare ma è un millimetro al giorno quello che si può perdere anche nel senso che dobbiamo sapere che questa sede dal dicembre dal 31 dicembre non ha un contratto di affitto.
Nelle responsabilità della tasche una società per azioni e questa sede cosa ogni mese ventidue mila euro quindi ci saranno situazioni in cui siamo già in ritardo per decidere le decisioni sono prese dai fatti dà dei dati di fatto che sono maturati in questi anni dati di fatto noti.
Perché sono stati resi pubblici attraverso Radio Radicale perché sono stati inviati agli iscritti perché sono stati impostati su sui web sul web ma, d'altronde, mi pare che siamo in una linea di vita e di condotta del Partito Radicale che è sempre stata la stessa questo è un partito che si è costituito sulle ipotesi di chiusura, cioè lei cioè riuscite a rilanciare il partito ogni qualvolta siamo stati costretti a ricorrere all'ipotesi infatti costretti a ricorrere all'ipotesi di chiusura o si chiude o si rilancia lo si può sopravvivere con queste anche è un altro è un'altra di queste situazioni per cui io credo c'è credo, se uno non vuole chiudere gli occhi e non è tapparsi le orecchie queste una situazione in cui abbiamo davvero il tempo è scaduto ma il tempo che abbiamo eventualmente per prendere delle decisioni e sempre più breve nel senso che, vorrei qui ricordare che gli piogge sì di un certo senso non dico chiusura, perché questo non non può avvenire in questi modi ma di sospensione delle attività si sarebbe resa necessaria nel 2013 e si è potuta realizzare solo due anni dopo, con un aggravio di costi che, evidentemente spesa la decisione politica prevista al seguito del fatto che si è tentato ancora una volta di conquistare tempo naturalmente a discapito del tempo che rimaneva, anche questo, non potrà essere.
C'è un qualcosa che viene espunto dal dibattito nel senso che cercheremo Di nei limiti del possibile certamente di far tenere un dibattito abbastanza come dire propositivo rispetto ad ipotesi distruttive già ormai in corso avviate che hanno preso altre strade ma che di cui penso diversi di noi e non hanno sinora obiettato nulla magari per Restare nell'ambito di un discorso condiviso ma sicuramente ormai diciamo cosa fatta capo a.
Quel che è accaduto è accaduto si è compiuto non ci sono state resistenze di alcun tipo anche se io credo e almeno spero che a titolo personale lo possa credere dire io credo che quello che è accaduto e di una gravità estrema perché mette in discussione esattamente tutte le ipotesi di Modello di partito che avevamo conquistato nel corso dei decenni siamo arrivati allo Statuto che abbiamo a concepire la galassia a prevedere il Senato dopo un congresso che si è dovuto interrompere fare una seconda sessione proprio per cercare di comprendere quale potesse essere la forma più adeguata per tenere in vita il Partito Radicale io credo inoltre che i problemi del nostro tempo continuano ad essere problemi che o si affrontano a livello transnazionale o altrimenti ci si occupa d'altro e così finisce di essere cioè se non affrontiamo per i problemi non è che si affrontano ad altri livelli a livello nazionale e locale non sono a livello transnazionale e sicuramente sulla base di un progetto federale ditemi li abbiamo a iosa
Mi vien quasi a dire sono sempre gli stessi perché quando la mozione con la quale è stata fondato il partito transnazionale con la quale abbiamo deciso di che il Partito Radicale fosse nella denominazione non nel sue azioni che nonviolento transnazionale tra spartiti via lo sono sempre stato lo fosse anche nella sua domini denominazione Belice erano otto punti e c'era anche lo Stato già lo stato di diritto come questione essenziale di questo partito ecco quelle otto campagne sono ancora all'ordine del giorno nei termini in cui le abbiam proposte allora perché i problemi posti al sin dalla fondazione del partito che, diciamo, c'è Marino per esempio che è un po' alla diciamo la prendo poco tra i presenti quelli che hanno fatto l'esperienza del partito transnazionale nella visione di aver alla stessa ora nello stesso momento vari Parlamenti lo stesso documento io penso che questo passaggio sia sempre più meno necessario nel senso che sempre più i Parlamenti nazionali contro quanti due di briscola sostanzialmente ci sarebbe bisogno di una iniezione prepotente di presenza del partito, in quanto anche struttura a Bruxelles e alle a Ginevra è a New York è chiaro che la dimensione nella quale ci muoviamo e questa naturalmente ci sarà chi dirà che siamo nel piano sul piano delle foglie però o riteniamo di voler affrontare quei problemi e quindi pensare a quali sono i mezzi per poterli per poterli affrontare altrimenti non esiste un'altra partita non esiste la partita, cioè non è che il partito transnazionale è accettabile che ma domani mattina siti cancelli non viole ma era lo violento lascia perché va sempre chic transnazionale tra spartito ritorni a una dimensione nazionale anzi direi più che nazionale con priorità elettorale perché noi quando abbiamo deciso di non presentarsi alle elezioni l'abbiamo presentato come un disarmo unilaterale per favorire la soluzione dei problemi e, quindi, evitare di essere uno dei partiti che concorrevano al su base nazionale quindi avendo degli avversari e cercando invece di coagulare tutti coloro che all'interno delle diverse forze politiche potessero riconoscersi nel programma che presentavamo è vero che abbiamo avuto momenti alterni, e lascio perdere la campagna 2 mila iscritti, 3 mila iscritti, 5 mila iscritti, 10 mila iscritti, 30.000 mila iscritti che lo Stato e, nella normalità, diciamo delle attività radicali momenti che al di là delle campagne di iscrizione straordinarie modello o lo sceglierlo scioglie si è riusciti ad avere un numero consistente di iscritti ad altri partiti e ha costruito all'interno del Parlamento delle iniziative politiche. Io mi fermo qua perché non voglio entrare naturalmente del dettaglio di quali campagne perché per me a Teramo i termini della discussione sono i dettagli di quale partito.
[…]
Domani approfondiremo con l’avvocato e se non potrà essere l’assemblea degli iscritti sarà quella degli amici di Marco Pannella.

Prev Next
Riunione del Senato radicale del 10 agosto

Riunione del Senato radicale del 10 agosto

03-08-2016

Riunione del Senato del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito del 10 agosto. 

Roma 6 agosto, assemblea degli iscritti al Partito Radicale in vista del 40° Congresso Straordinario

Roma 6 agosto, assemblea degli iscritti al Partito Radicale in vista del 40° Congresso Straordinario

08-08-2016

Assemblea degli iscritti al Partito Radicale in vista del 40° Congresso Straordinario", svoltasi a Roma sabato 6 agosto 2016.La calunnia non è più un venticello.

Riunione del Senato radicale del 3 agosto

Riunione del Senato radicale del 3 agosto

03-08-2016

Riunione del Senato del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito del 3 agosto. 

Riunione del Senato radicale del 28 luglio

Riunione del Senato radicale del 28 luglio

28-07-2016

Riunione del Senato del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito del 28 luglio. 

Prima riunione del Senato radicale dopo la morte di Pannella, 14 luglio.

Prima riunione del Senato radicale dopo la morte di Pannella, 14 luglio.

14-07-2016

Convocato su iniziativa formale del Segretario di NPWJ, prima riunione - dopo la morte di Marco Pannella - del Senato del Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito del 14 luglio. 

Il Tesoriere del PRNTT scrive agli iscritti: convocate il Congresso!

Il Tesoriere del PRNTT scrive agli iscritti: convocate il Congresso!

06-07-2016

Ciao Pinco, la straordinarietà del momento è indiscutibile, sia per la mancanza fisica di Marco che per la particolare situazione del Partito Radicale che ha dovuto licenziare tutti i suoi collaboratori...

Non molliamo! Assemblea del Partito Radicale 25-26 giugno 2016

Non molliamo! Assemblea del Partito Radicale 25-26 giugno 2016

25-06-2016

Il Tesoriere: Di qui al 10 luglio sarò il primo firmatario di una richiesta di convocazione del congresso da parte di un terzo degli scritti.

Assemblea dell'area radicale del 12 giugno 2016

Assemblea dell'area radicale del 12 giugno 2016

12-06-2016

Deve essere completata la composizione del Consiglio generale e, a quel punto lì, lo stesso Consiglio generale con i membri del Consiglio generale cominceranno a costruire quello che sarà l'approdo...

8 giugno 2016, l'ERA chiede la convocazione urgente del Senato Radicale

8 giugno 2016, l'ERA chiede la convocazione urgente del Senato Radicale

08-06-2016

Il mio è un intervento brevissimo, condivido in pieno peraltro quello che ho sentito di Michele Governatori, e lo faccio però, come dire, nello specifico ruolo di Segretario di un’associazione...

40esimo Congresso straordinario del PRNTT